RETROSPETTIVA (LINKIN PARK) PARTE I

Linkin Park, Linkin Park Retrospettiva, Linkn Park Storia, Linkin Park Biografia, Linkin Park discografia, Retrospettiva, Storia, Biografia, Discografia

Nel 1996 il rapper ed MC Mike Shinoda e il chitarrista Brad Delson si diplomarono insieme alla Agoura High School, e con l’amico batterista Rob Bourdon formarono i "SuperXero". In precedenza, Delson e Bourdon avevano suonato per un anno nei Relative Degree. Il primo faceva anche parte del gruppo The Pricks. Poco dopo i "SuperXero" cominciarono a suonare forme abbozzate della loro musica. Dopo il liceo Delson frequentò la University of California, mentre Shinoda passò all’Art Center College of Design di Pasadena. All’università Delson divenne amico del bassista Dave Farrell. I due furono compagni di stanza e spesso suonavano insieme. Farrell faceva già parte dei "Tasty Snax" – poi "The Snax" – insieme a Mark Fiore, futuro curatore della videografia dei Linkin Park. All’Art Center College of Design, Shinoda incontrò Joseph HahnFarrell ed Hahn entrarono poi nei "SuperXero", il cui nome fu poi accorciato in "Xero". A loro si unì poi il loro primo lead vocalist, Mark Wakefield. Insieme registrarono nel 1997 un demo eponimo con i brani FuseReading My EyesRhinestone e Stick N' Move, che però non fu molto stimato dalle case discografiche, e perciò non firmarono alcun contratto. Nel 1998 Wakefield lasciò la band e divenne manager dei "Taproot"Shinoda aprì le audizioni per cercarne il sostituto. Nel frattempo Delson per i suoi studi di comunicazione contattò un rappresentante della Warner Bros. RecordsJeff Blue. Il manager consigliò ai due di assumere Chester Bennington, proveniente da Phoenix e già con i Grey Daze dal 1993 al 1997. I due "Xero" mandarono a Bennington un nastro con le basi strumentali del gruppo, e il cantante vi registrò proprie parti vocali, il giorno del suo compleanno. A quel punto telefonò a Shinoda e provò la canzone al telefono. Il rapper apprezzò la sua esecuzione e così Bennington entrò nel gruppo. Poi gli "Xero" si rimisero alla ricerca di un contratto. Nel frattempo cambiarono nome in "Hybrid Theory" perché "Xero" era già il moniker di un vecchio gruppo australiano, in attività negli anni settanta ed ottanta. Dopo che Farrell li aveva lasciati per dedicarsi di nuovo agli "Snax", Delson chiamò come suo sostituto temporaneo il bassista Kyle Christener. Così realizzarono nel 1999 "Hybrid Theory EP", di cui furono stampate solo 1000 copie. In quel periodo arrivò al basso Scott Koziol, apparso nel video di One Step Closer. Grazie a Jeff Blue e al loro primo EP, gli "Hybrid Theory" firmarono per la Warner. Tuttavia furono di nuovo forzati a cambiare nome, per problemi di copyright con il gruppo electropop britannico "Hybrid". All’inizio erano indecisi tra "Clear", "Probing Lagers" e "Ten P.M. Stocker" (quest’ultimo si riferiva al fatto che la band era abituata a registrare il materiale dopo le 10 di sera). Alla fine Bennington suggerì il moniker "Lincoln Park", da una zona di Santa Monica (ora Christine Reed Park) dove passava in auto durante le registrazioni del primo album. Il cantante pensava che ci stavano tante "Lincoln Park” negli Stati Uniti e che perciò dovunque suonassero diventavano, per i loro futuri fans, un gruppo locale. Per pochi mesi usarono il nome "Lincoln Park"; poi, quando decisero di registrare un proprio dominio Internet, scoprirono che "lincolnpark.com" già esisteva. Poiché non potevano permettersi di acquistarlo, ne accorciarono l’ortografia da "Lincoln" a "Linkin" e comprarono così il dominio "linkinpark.com".

PRENOTA IL TUO BIGLIETTO: http://www.viaggiperconcerti.com/eventi/linkin-park-1#.WFQclxvhDIU

INFO: 3389300025